Avrò cura di te

Avrò cura di te

Eccomi qua, come tutti i giorni alla stessa ora, a vegliare sul tuo sonno. Sei bellissima piccola mia quando dormi, hai un’espressione così serena… vorrei che non la perdessi mai, ma non posso promettertelo.

Non posso prometterti che sarai sempre felice perché il dolore fa parte della vita, ma posso prometterti che sarò sempre al tuo fianco a darti forza;  non posso prometterti che non piangerai mai ma posso prometterti che sarò sempre pronta ad asciugare le tue lacrime; non posso prometterti che non cadrai mai, ma posso prometterti che ci sarà sempre la mia mano tesa pronta a rialzarti.

Come vedi sono tante le cose che non posso prometterti, ma di una cosa puoi stare certa: non ti mancherà mai il mio amore. Di sicuro sbaglierò con te, ti sgriderò, ti imporrò dei divieti, ma ogni mia scelta, ogni mia singola azione sarà dettata dall’amore che provo per te.

Sai, piccola mia, quando si diventa mamma cambia tutto: cambiano gli occhi con cui guardi il mondo, cambiano le prospettive, le priorità, gli equilibri di coppia. Quello che prima sembrava un ostacolo insormontabile diventa un piccolo contrattempo, perché l’unica cosa che è veramente importante è che il tuo cucciolo stia bene. Una mamma non può permettersi di essere giù, di stare male fisicamente o psicologicamente, ti sembra impossibile vero? Ma non lo è, perché un figlio ti fa tirare fuori una forza che non sapevi nemmeno di avere. Sai che c’è un esserino che dipende in tutto e per tutto da te, che ha bisogno delle tue cure, del tuo amore e al quale devi dare sempre il 100%.

Sì, perché il lavoro di mamma è un lavoro a tempo pieno, per il quale non sono previsti ferie o permessi per malattia. Bisogna essere in servizio 24 ore su 24 nei giorni feriali e in quelli festivi. Devi rinunciare al tempo libero, niente parrucchiere ed estetista se non in casi rarissimi, anche fare una doccia diventa un lusso. E’ un lavoro stancante ma ti assicuro che non c’è al mondo altro lavoro che vorrei fare.

Tra poco ti sveglierai e ricomincerà la corsa tra pannolini, pianti, scalate sui mobili, lo slalom tra i tuoi giochi disseminati per tutta casa, e non  vedo l’ora. Voglio chiudere questa mia lettera con le parole di una bellissima canzone, che racchiude quello che vorrei dirti:

…..perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te….

Lascia un commento